Vasile Petrişor: La preghiera nella prima esperienza cristiana di Sant’Agostino

The present article is meant to analyze and value the first Christian experience of Saint Augustine, the one that the bishop of Hippona lived in the bosom of his family and in the midst of community of Tagaste. It will be amazing and surprising to find out, according to Augustine’s testimony, how profound were the foundations of the Christian faith planted in his soul by his mother, Saint Monica. Even the so-called «conversion», sealed with the baptism received in Milan, it’s nothing but a return to the Church and the faith from childhood. It came as a consequence of a long road of retrieval after Augustin has overcome many prejudgments and difficulties of an intellectual and moral nature.

Dialog 45-1_Petrisor

Adrian Dancă: Imaginea lui Dumnezeu în imnul Te Deum atribuit sfântului Niceta de Remesiona

Perioada patristică se perzintă ca un timp bogat în experienţe eccleziale în diverse sfere, mai ales în cele din liturgică, bogate în elemente teologice. Studiul părintelui este o examinare a imaginii lui Dumnezeu Tatăl aşa cum apare în tratatele teologice, în special în imnul Te Deum. Analiza textului şi a structurii sale dezvăluie amprenta sa trinitară. Eternitatea paternităţii lui Dumnezeu Tatăl, în imn, merege în acelaşi ritm cu sfinţenia sa. Partea finală a imnului scoate în relief milostivirea Tatălui, evidenţiind faptul că milostivirea divină izvorăşte din sfinţenia sa. Concluzia studiului este o invitaţie la rugăciune – singurul mod prin care Dumnezeu ne descoperă trăsăturile sale.

DT0311_Pr Adrian Danca

Ştefan Lupu: Il valore della tradizione apostolica secondo Adversus Haereses di sant’Ireneo

Sant’Ireneo ha tracciato per primo e con grande chiarezza le grandi articolazioni della tradizione della Chiesa, in contrasto con il gnosticismo. Secondo Ireneo, la tradizione è apostolica sia quanto all’origine, attestata dalla “successione dei vescovi”, che ricevono, con la successione apostolica, il carisma della verità, sia per il suo contenuto che è il kerygma insegnato dagli apostoli, trasmesso, custodito e insegnato nell’ambito delle chiese apostoliche. L’oggetto essenziale del messaggio apostolico della tradizione è Cristo, già annunciato del Vecchio Testamento che trova in lui la propria conclusione. Di conseguenza, la tradizione appare distinta dalla Scrittura e, tuttavia, strettamente legata ad essa. Per Ireneo, Scrittura e tradizione si trovino in un rapporto costante di azione e di dipendenza reciproca.

DT304_ Ştefan Lupu

Damian Gheorghe Pătraşcu: Credinţă simplă sau/şi credinţă gândită? Cazul Clement Alexandrinul şi Origene

In questo lavoro si vuole studiare il rapporto tra fede e gnosi, così come è stato pensato da due autori normativi dell’epoca patristica in questo argomento, cioè Clemente Alessandrino e Origene. Dallo studio dei testi presi in esame, possiamo vedere chiaramente la necessità della conoscenza in ordine alla fede (Clemente Alessandrino) e anche la bontà della semplicità della stessa fede (Origene), anche se non si esclude anche qui, per quelli che sono in condizione di farlo, di ricorrere allo studio di essa.

DT315_Damian PĂTRAŞCU

Petru Ciobanu: Cristologia şi soteriologia gnostică antică

La nascita et lo sviluppo del discorso cristologico e soteriologico nei primi secoli dell’era cristiana è avvenuto nel contesto della lotta della Chiesa contro le eresie, perché la maggior parte di esse attentavano all’identità e missione di Gesù Cristo. Già nel Nuovo Testamento troviamo accuse contro coloro che dubitavano della divinità e della missione redentrice di Gesù di Nazareth “che Dio ha costituito Signore e Cristo” (At 2,36).
Un pericolo maggiore in questo senso è stato rappresentato dallo gnosticismo con le sue numerose ramificazioni e il suo sistema dottrinale molto complesso. Simile ad un drago con molte teste, questo sistema eretico è diventato il bersaglio degli autori ispirati dei libri del Nuovo Testamento ed, in seguito, dei padri della Chiesa. Motivo? Perché distruggevano il nucleo della fede cristiana – la morte e la risurrezione di Cristo.
Nel presente articolo ci siamo proposti di presentare l’identità e la missione di Gesù Cristo in un certo numero di eresie gnostiche antiche. Abbiamo usato principalmente le informazioni offerte dal più grande eresiologo della Chiesa primaria – san Ireneo da Lione, ma abbiamo fatto ricorso anche, dove è stato possibile, alle fonti gnostiche, per poter presentare la cristologia e la soteriologia del pensiero gnostico così come viene esposto in questi libri.

DT327_Pr. Petru CIOBANU

Lucian Dîncă: Scrisoarea Sfântului Atanasiu de Alexandria către Draconţius

Lo studio con il titolo „La lettera di Atanasio a Draconzio” ha come obiettivo la comprensione di alcune linee di pensiero di sant’Atanasio. I consigli del grande Padre a Draconzio hanno di vista l’importanza e la dignità della missione pastorale del vescovo. Dopo una contestualizzazione storica, sono proposte alcune considerazioni sulla missione apostolica delle guide della Chiesa di Cristo. In seguito viene offerta una traduzione della lettera per comprendere il pensiero teologico di sant’Atanasio sull’officio pastorale del vescovo, guida, maestro e pastore del popolo di Dio.

DT324_Lucian DINCA